Richiedere un prestito per andare in vacanza

Avete dei giorni di ferie dal lavoro ma non abbastanza soldi da spendere e vi state chiedendo se sia possibile richiedere un prestito per andare in vacanza? Ebbene si, è possibile, anche se generalmente ci si rivolge agli istituti creditizi per ottemperare a esigenze fondamentali come l’acquisto di una casa o per pagarsi delle spese mediche.

Tuttavia c’è chi non rinuncia ad andare in vacanza e anche se si trova completamente al verde, richiedere un piccolo prestito di denaro per prenotare viaggi organizzati capodanno diventa per molti quasi una necessità.

Infatti molti si metteranno in marcia anche quest’anno per festeggiare la notte di San silvestro in qualche meta ambita, e incuranti della crisi economica e di tutto il resto, molti  di loro richiederanno un piccolo prestito, che stando alle ultime stime oscillerà dai 4.000€ ai 5.000€.

Caratteristiche dei prestiti vacanze

L’importo di un finanziamento è in media sotto i 10 mila euro. Siccome si tratta di cifre abbastanza contenute la banca propone offerte alquanto convenienti con tassi agevolati.

Tali finanziamenti hanno una durata minima di 12 mesi e massima di 60 mesi e prevede un rimborso a tasso fisso e quindi rate costanti.

Ecco i vantaggi che si possono ottenere nel richiedere una piccola somma di denaro per andare in vacanza

  • consente la gestione autonoma dell’importo
  • il tasso è fisso e non variabile
  • con l’importo erogato è possibile acquistare un pacchetto vacanze presso un’agenzia

Per poterlo richiedere bisogna possedere alcuni requisiti, ovvero:

  • essere maggiorenni
  • dimostrare di avere un reddito continuativo
  • avere una buona affidabilità creditizia

Dopodichè attraverso l’utima busta paga, il documento d’identità e il codice fiscale sarà possibile richiedere il prestito.

L’erogazione avverrà in tempi abbastanza contenuti anche perché  si tratta di piccole somme di denaro e non il contrario. Per il rimborso si potrà scegliere tra due alternative: tramite bollettino postale oppure l’addebito diretto sul conto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi